Barchette, tè, ghiaccioli e maschere.

PaperellaIl mese di febbraio sarà caratterizzato dal proseguimento del progetto didattico “il respiro della terra” e delle attività comprensive della seconda unità di apprendimento. I bambini continueranno a sperimentare l’ambiente dell’acqua, in particolare i galleggiamenti. Eseguiranno esperimenti con vari materiali, tra cui tappi di sughero, ferro, plastica, barchette di carta, sassi, ecc… in modo da apprendere ciò che galleggia e ciò che non galleggia.
Un altro laboratorio riguarderà le miscele. I bambini proveranno a realizzare varie miscele da bere, come i succhi di frutta, la camomilla, la cioccolata, il tè, l’orzo; e le miscele da NON bere tra cui, la carta colorata, la terra e la tempera. Questo percorso consentirà, stimolando le varie capacità sensoriali, di cogliere le differenze tra i vari risultati.
Faremo inoltre l’assorbimento con spugne e panni assorbenti.
Si analizzeranno i vari stati dell’acqua, liquido solido e gassoso ed i loro passaggi di stato. A tal proposito lavoreremo con il ghiaccio, i ghiaccioli e si osserverà il vapore.
Nell’angolo della lettura vi sarà la fiaba di “la gocciolina Curiosella”, che narra di una gocciolina e il suo ciclo vitale: il ciclo dell’acqua.
Faremo sempre ricorso al ciclo dell’acqua, attraverso le varie sequenze temporali.
Ogni esperimento verrà poi elaborato graficamente dai bambini attraverso disegni creati da loro. La scelta di adottare l’esperimento come metodo di apprendimento nasce dal voglia di soddisfare il desiderio dei bambini della manipolazione, della scoperta e del gioco.

 

Per la religione cattolica affronteremo la presentazione della persona di Gesù, come viene presentata nei vangeli: le nozze di Cana, la Samaritana, la piscina di Siloe e la tempesta calmata. Molto presente in questi episodi vi è l’acqua, elemento principale dei nostri percorsi didattici.

 

Durante il laboratorio del mese di febbraio, i bambini di 5 anni saranno impegnati nella costruzione di casette fatte con le mollette di legno, incollate e dipinte. In seguito queste casette verranno completate con l’aggiunta di alberi di cartoncino, punteggiati sempre dai bambini.

 

Non poteva mancare anche la preparazione al carnevale, infatti faremo delle maschere di das, che verranno poi dipinte.

 

 

 

Categories:

Tags:

Comments are closed